Principali piattaforme per l’e-learning

Una scuola che decide di realizzare dei corsi in modalità e-learning deve per prima cosa decidere quale piattaforma utilizzare. Vediamo di seguito un elenco dei principali LMS Open Source maggiormente diffusi insieme alle loro caratteristiche principali

Moodle

moodleE’ probabilmente la piattaforma e-learning più diffusa, utilizzata in 227 nazioni1. E’ un progetto in continuo sviluppo ed è volto a creare un ambiente educativo fondato sui principi pedagogici del costruttivismo sociale. La piattaforma si presenta con un’interfaccia semplice, leggera ed usabile e con un’attenzione crescente alla sicurezza. Consente una gestione stratificata della piattaforma con i ruoli per gli utenti (docenti e studenti) ed un ampia disponibilità di attività quali: forum, blog, diari, quiz, sondaggi, compiti, chat ecc.. Prevede il tracciamento delle attività degli allievi e crea automaticamente report dettagliati. Il suo punto di forza è nella Community, una delle più numerose e partecipative, che supporta un rapido e significativo sviluppo della piattaforma.

Claroline

clarolineCon Claroline i corsi o le attività pedagogiche vengono associati ad uno spazio che racchiude un elenco di strumenti in grado di permettere ai docenti di creare contenuti didattici quali: documenti, esercizi, compiti, forum, agenda, chat ecc.. E’ stato sviluppato seguendo l’esperienza pedagogica degli insegnanti ed ha un’interfaccia intuitiva e chiara. E’ diffuso in 101 nazioni ed ha una vasta Community di utenti e sviluppatori seconda solo a Moodle2.

Dokeos

Dokeos-lms-logoThomas De Praetere, filosofo all’Università (cattolica) di Nuova Lovanio (Belgio), creatore di Claroline, in seguito a contrasti con la sua l’università esce dal progetto e fonda Dokeos. L’applicazione è dotata di un’interfaccia particolarmente accattivante ed ha una ripida curva di apprendimento per l’intera piattaforma. Dokeos si sta orientando soprattutto sulla produzione di materiale didattico (uso di mappe, insieme di modelli di pagina e modelli di test…). Ha una comunità di 3 milioni di utenti ed è utilizzata in 285 università.

ATutor

atutor_logoNato da un progetto sviluppato nel 2002 con la collaborazione del Centro di Ricerche per le Tecnologie Adattabili dell’Università di Toronto, utilizza una piattaforma LMS progettata per assicurare l’accessibilità ai contenuti a tutti i potenziali utenti, compresi i disabili, anche se utilizzano vecchie macchine o vecchi browser. Si istalla in pochi minuti e può essere facilmente personalizzata attraverso l’uso dei template e di muovi moduli. In Italia ha avuto una discreta diffusione anche grazie all’adozione di diverse università.

DoceboLMS

docebolmsE’ un progetto italiano creato da Docebo, azienda da cui prende il nome. La piattaforma è stata progettata per funzionare anche in soluzioni Cloud, ciò consente di ottenere notevoli risparmi economici uniti ad una maggiore efficienza tecnica. Rappresenta una delle applicazioni LMS più utilizzare ed apprezzate a livello internazionale. Viene distribuito in due versioni: una Open Source per medio e piccoli utenti ed una Enterprise per aziende con oltre 500 dipendenti.

eFront

logoBlue@2xL’applicazione viene fornita in più versioni, una con licenza Open Source e tre con licenza commerciale. Le edizioni commerciali presentano delle funzionalità aggiuntive rispetto al software gratuito come: gestione dei pagamenti, sondaggi, certificazioni, aggiornamenti automatici, rapporti avanzati ecc.. Comunque l’edizione Open Source incorpora tutte le funzionalità di base di un e-learning 2.0. Il software è facile da istallare e presenta un’interfaccia semplice ed intuitiva. L’azienda greca (Epignosis Ltd ), creatrice del software, dichiara apertamente di aspirare a realizzare il LMS più bello del Web.

Ilias

iliasNato e sviluppato nell’università di Colonia (Germania), ha una community di utenti distribuita in sette diversi paesi europei. Con questa piattaforma LMS è possibile creare facilmente il materiale formativo, gli studenti hanno una scrivania personalizzata, supporta obiettivi e piani di apprendimento, gestisce test, esami e certificazioni, prevede sistemi di comunicazione quali: email, forum chat. Presenta lo svantaggio di avere un’istallazione non facile.

Site@School o SyndeoCMS

siteatschoolNon sono dei veri e propri LMS, ma CMS che consentono di creare e gestire siti web con alcune funzionalità proprie dell’e-learning. Sono stati creati per essere destinati al sistema scolastico e per essere utilizzati da persone senza conoscenze informatiche. In particolare, SyndeoCMS è stato costruito per essere destinato alle scuole primarie.

 

1 Dal sito http://moodle.org/stats (verificato il 13/04/2016) è possibile visualizzare una serie di statistiche sull’utilizzo della piattaforma ricavate elaborando i dati dei siti che si sono registrati al portale moodle.org.

2 Cfr. https://it.wikipedia.org/wiki/Claroline (verificato il 13/04/2016).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *