Quale è la marcia in più di Google Classroom?

Welcome-to-Google-ClassroomGoogle Classroom è un’applicazione di Google disponibile solo per le scuole che utilizzano Google Apps for Education. Serve essenzialmente per la gestione dei compiti e la comunicazione tra insegnante e studenti. L’insegnante ad esempio può preparare un compito, assegnarlo agli studenti, correggerlo e valutarlo; gli studenti possono controllare le scadenze dei compiti, predisporli e consegnarli come completati. L’insegnante inoltre può gestire la comunicazione con e tra gli alunni con messaggi privati o annunci a tutta la classe.

Google-Apps-EducationQueste funzioni sono comunque disponibili all’interno di altri software o piattaforme di e-learning, sembrerebbe quindi che in Classroom non ci sia niente di nuovo. Invece, Classroom ha una marcia in più rispetto ad altre applicazioni: la perfetta integrazione con le altre app di Google. Cercherò di chiarire il punto con alcuni esempi.

  • Integrazione con Google Drive. In maniera del tutto trasparente per l’utente vengono create automaticamente delle cartelle in Drive per ogni classe con all’interno le cartelle per ogni compito, dove verranno inseriti gli elaborati degli studenti.
  • Integrazione con Google Documenti. L’insegnante può utilizzare un documento di Google per assegnare il compito. Il compito può essere: 1) solo visualizzato dagli studenti, 2) condiviso tra tutti gli studenti o 3) creata una sua copia per ogni studente che verrà condivisa con il docente. In questo ultimo caso il docente saprà quando lo studente inizierà a fare il compito, potrà vedere cosa scriverà e se lo desidera intervenire con note o commenti. Potrà pertanto correggere lo studente mentre sta compilando il suo elaborato.
  • Integrazione con Google Moduli e Google Fogli. L’insegnante può utilizzare un Modulo di Google per assegnare un compito. Il compito può essere predisposto come questionario a risposte chiuse o aperte. Lo studente consegna il compito inviando il questionario. L’insegnante potrà correggere il compito scorrendo il Foglio di Google creato automaticamente con le risposte date dagli alunni.
  • Integrazione con Google Fogli. L’insegnante può esportare i voti di un compito o tutti i voti di una classe all’interno di un Foglio di Google.
  • Integrazione con Google Gruppi. Dopo aver organizzato, dalla console di amministrazione di Google Apps for Education gli alunni in gruppi (es. per classe, per corso o per tipo di attività), l’insegnante potrà invitare in una classe un gruppo o mandare le notifiche solo ad un gruppo ecc.
  • Integrazione con gli altri strumenti. L’insegnante può allegare ai compiti o all’interno della scheda informazioni come materiale di studio e consultazione, dei file già presenti in Drive o dei video di Youtube indicando semplicemente il loro link.

Quelli indicati Manuale di Google Classroomsono solo alcuni dei possibili esempi di integrazione tra gli strumenti di Google e l’applicazione Classroom. Le possibilità offerte sono ampie ogni insegnante potrà individuare la soluzione migliore per la propria classe.

Per approfondire l’argomento consiglio il testo “Google Classroom per la scuola digitale”, disponibile nello Store di Amazon.it

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *