Un progetto di Realtà Aumentata, arte e informatica

Desidero raccontare la mia esperienza nella realizzazione di un progetto interdisciplinare di realtà aumentata che ha coinvolto due materie non proprio simili: informatica e disegno.

Come è nato il progetto Realtà Aumentata

Il corridoio dei laboratori della mia scuola è collocato al di sotto del livello stradale, è poco luminoso e, da sempre, era pitturato con una tempera ottenuta da due diverse sfumature di beige, con tonalità tra il grigio e il marrone. Chi si trovava a percorrerlo avvertiva spesso sensazioni di disagio, oppressione e angoscia.

Inoltre nell’organico della scuola, un istituto tecnico economico, è presente un docente di disegno e storia dell’arte. Docente di una materia che non è prevista piani di studio degli istituti tecnici economici.


Un’ottimo docente che risultata sottoutilizzato con una disciplina che difficilmente si poteva inserire nelle programmazioni disciplinari delle altre materie.

L’idea da realizzare: un corridoio AR (Augmented Reality) per la scuola

Unire le competenze economico-informatiche, tipiche del nostro istituto, con le abilità peculiari del docente di disegno e storia dell’arte, e coinvolgere una parte significativa della comunità scolastica per dipingere sulle pareti del corridoio, con tempere vivaci, immagini più o meno astratte, riferite a luoghi o contenuti, da associare a file multimediali (testi, immagini, link e video) realizzando, così, un prodotto sia fisico sia digitale, accattivante, innovativo e didatticamente interessante.

Cosa abbiamo realizzato

Al termine del progetto, il corridoio è stato trasformato da un ambiente scuro e opprimente ad uno luminoso e dinamico dove ogni disegno contiene informazioni tali da aumentare la nostra percezione sensoriale della realtà. Ora, chiunque utilizzando il proprio smartphone, dopo aver installato un’apposita app, può inquadrare una delle tante immagini o uno dei qr code per visualizzare informazioni digitali aggiuntive.
Il progetto AR, augmented reality (tradotto in realtà aumentata), è stato fatto proprio dall’intera comunità scolastica interessando prevalentemente studenti di 3 classi, il sottoscritto (docente di informatica),  l’itp di informatica, il docente di disegno e storia dell’arte, una collaboratrice scolastica oltre a diversi insegnanti dell’ITE coinvolti a vario titolo nelle operazioni di pittura delle pareti.
Dal mese di gennaio 2017 a fine maggio 2018 è stata ripulita, carteggiata, stuccata, disegnata su carta e pitturata su parete, fotografata, digitalizzata e associata a file multimediali, una superficie di oltre 130 mq.

Un resoconto fotografico con le fasi del progetto

Prima fase: realizzazione dei disegni su carta

Seconda fase: pittura

Terza fase: programmazione con HP Reveal 

Il progetto completato

Lascia un commento