Importanti novità per Google Meet e Classroom

In questi giorni Google sta investendo notevoli risorse nello sviluppo di Meet. Conseguenza diretta di questo impegno sono gli importanti aggiornamenti già disponibili per gli utenti.

Quali sono le novità di Google Meet?

Un nuovo nome per Meet

Ora Google Hangouts Meet si chiama semplicemente Google Meet. Per maggiori informazioni leggi questo mio articolo: Cosa cambia ora che Hangouts Meet è diventato Google Meet?

Funzionalità premium per un periodo più lungo

Gli account G Suite for Education (le scuole) potranno utilizzare le funzionalità premium di Meet non più solo fino al primo luglio, ma fino al 30 settembre 2020.


Le funzionalità premium sono:

  • l’incremento dei partecipanti a una riunione video da 100 a 250;
  • la registrazione delle riunioni;
  • il live streaming fino a 100.000 partecipanti.

Approfondisci l’argomento con questi articoli:

Integrazione di Meet con Classroom

Da oggi all’interno di un’aula virtuale di Classroom l’insegnante può generare un link permanente a Meet per gestire le video lezioni.

Insegnanti e studenti per partecipare a una video lezione dovranno semplicemente cliccare sul link visualizzato nelle stream di un corso sopra l’immagine del tema. All’insegnate resterà il controllo dell’incontro. Gestirà gli accessi di persone al di fuori del dominio di G Suite, la disattivazione l’audio e la rimozione dei partecipanti.

In un prossimo articolo scopriremo come attivare e gestire Meet da Classroom

Presentazione dello schermo anche da smartphone

Anche dallo smartphone, utilizzando l’app Google Meet, è possibile presentare lo schermo. Per condividere lo schermo del cellulare è sufficiente, una volta attivata l’app Meet con un utente di G Suite, cliccare in alto a destra sul menu con i tre punti e scegliere Mostra schermo, come visualizzato nelle immagini seguenti.

Per terminare la condivisione clicca su Interrompi trasmissione all’interno dell’app Meet.

Lascia un commento