Cos’è un pitch?

Il termine pitch letteralmente significa “lancio” e viene utilizzato in diversi contesti dallo sport: golf, baseball e cricket (dove rappresenta un tipo di colpo) allo spettacolo (è il nome di un gruppo musicale o di una serie televisiva statunitense).

Da qualche anno viene utilizzato sempre più spesso nel mondo delle startup con il significato di una breve presentazione di un’idea di business.

Con il pitch si presenta, in pochissimo tempo, un progetto innovativo comunicando tutte le informazioni utili per esporre un’idea.

In una sessione di pitching (“picthing session”) una persona, o un team di individui, in competizione con altri, deve essere convincente e capace di comunicare in maniera chiara ed esaurente tutte le informazioni utili per valutare la fattibilità di un progetto.


Quali sono gli elementi cardine di un pitching straordinario?

  1. Analizzare, scomporre la propria idea, togliendo tutto il superfluo e concentrandosi solo sugli elementi chiave;
  2. Focalizzare la comunicazione su elementi interessanti, fuori dal comune;
  3. Avere un’ottima capacità di presentare in pubblico;
  4. Utilizzare immagini, suoni e altri elementi multimediali;
  5. Ed infine … provare, provare e  … ancora provare la presentazione.

Cos’è un elevator pitch?

Elevator pitch si traduce in lanciarsi in ascensore.

In altre parole, il discorso che farebbe una persona per comunicare una nuova idea a un investitore incontrato in ascensore. Quindi in un tempo molto breve bisogna essere convincenti, chiari e efficaci.

Con elevator pitch si indica pertanto una breve presentazione di un’idea di business (di solito dura non più di 30 secondi).

Lascia un commento