Come attivare una modalità didattica a distanza?

In questi giorni di attività didattica sospesa in varie regioni d’Italia, molti istituti scolastici stanno invitando i loro docenti ad attivare “Modalità di Formazione a Distanza”.

Con questo articolo desidero dare un contributo a tutti i docenti che vogliono sperimentare questa modalità di formazione presentando una panoramica degli strumenti disponibili gratuiti e confrontando le loro principali caratteristiche.

Quali strumenti possiamo utilizzare per la didattica a distanza?

Il registro online.

Quasi tutti i registri online adottati dagli istituti scolastici prevedono una sezione destinata all’inserimento dei compiti. In questo spazio i docenti possono assegnare i compiti e le attività da far svolgere agli studenti. In alcuni casi possono anche allegare file a corredo degli stessi.


Questa modalità di didattica a distanza, semplice da attuare perché gli insegnanti hanno già familiarità con l’uso del registro elettronico, presenta numerose criticità quali: mancanza di un controllo sui compiti svolti, impossibilità di correggere e valutare gli elaborati prodotti, difficoltà a gestire nel lungo periodo i progressi degli studenti e la progressione dei compiti da assegnare.

Applicazioni per la gestione dei compiti e la comunicazioni tra docenti e alunni.

Google Classroom

Con Google Classroom gli insegnanti hanno una discreta interazione con gli studenti. Essi possono assegnare, correggere, valutare e catalogare i compiti. Possono inoltre comunicare in tempo reale (con messaggi o email) e condividere del materiale con gli studenti. L’uso della piattaforma è semplice e intuitiva, ed è perfettamente integrata con le altre app Google quali Drive, Documenti, Moduli, Presentazioni, Fogli ecc..

L’app Classroom è disponibile per tutti gli utenti di G Suite for Education.

Per approfondire l’argomento puoi visionare alcuni articoli che descrivono l’uso di Google Classroom https://www.scuole-digitali.it/tag/google-classroom.

Piattaforme di e-learning

Le piattaforme di e-learning presentano funzionalità aggiuntive rispetto a quelle previste in Google Classroom (condivisione dei materiali, gestione dei lavori assegnati e loro valutazione) quali : elevata personalizzazione, monitoraggio continuo delle attività compiute dagli studenti e test di valutazione con una tipologia molto ampia di quesiti.

Inoltre molte delle piattaforme di e-learning sono gratuite. E’ gratuita anche la più utilizzata: Moodle.

A mio parere hanno una criticità che ne rallenta la diffusione: la forte personalizzazione delle piattaforme di e-learning e le numerose funzioni disponibili comportano, come conseguenza diretta, difficoltà per il loro uso sia per quanto riguarda l’installazione sia per la loro gestione.

Mi sento pertanto di consigliare l’uso di queste piattaforme solo ai docenti che hanno una buona manualità nell’uso degli strumenti software; per tutti gli altri suggerisco di servirsi di applicazioni come Google Classroom molto più semplici, immediate nell’uso e di facile apprendimento.

Per approfondire l’argomento leggi il seguente articolo: pregi e difetti dell’e-learning.

Applicazioni per le videoconferenze

Se si desidera fare una lezione online ai propri studenti si può scegliere una tra le seguenti app disponibili su qualsiasi dispositivo dal pc, al tablet e allo smartphone.

Le tre applicazioni, presentate nelle prossime righe, sono gratuite.

Whatsapp

Whatsapp sicuramente e l’app più conosciuta e utilizzata per le videochiamate. Con essa è possibile fare una videochiamata individuale o di gruppo con massimo 4 partecipanti (https://faq.whatsapp.com/it/android/26000026/?category=5245237).

Pregi: semplicità d’uso.

Difetti: limite di 4 persone per le videochiamate di gruppo (non adatto quindi per una classe), impossibilità di trasmettere lo schermo del proprio personal computer.

Skype

Applicazione molto utilizzata in passato. Attualmente meno usata, soprattutto da quanto Whatsapp ha attivato la funzionalità di videochiamata.

Con skype possono essere effettuate sia video chat individuali che di gruppo per un massimo di 10 persone (https://www.skype.com/it/features/group-video-chat ).

Skype permette anche le registrazioni video e la condivisione degli schermi per presentare ad esempio delle diapositive a tutti i partecipanti. Ha pertanto funzionalità maggiori rispetto a Whatsapp anche se il suo uso è limitato a gruppi di massimo 10 persone.

Pregi: semplicità d’uso, registrazioni video, condivizione degli schermi.

Difetti: limite di 10 persone per le videochiamate di gruppo (non adatto quindi per la maggior parte delle classi).

Hangouts Meet

Probabilmente Hangouts Meet, rispetto alle app precedenti, è la meno conosciuta. Essa è disponibile come Hangouts Meet per gli utenti di G Suite for Education o come versione classica di Hangouts per gli altri utenti Google (con account gmail).

La versione Hangouts Meet per gli utenti di G Suite for Education permette di fare videoconferenze con fino a 100 partecipanti, permette di condividere lo schermo o una specifica finestra, non richiede la disponibilità di un numero di telefono ma solo di un email Google, è integrata con le altre app di G Suite quali Calendar e Drive per la condivisione di file e la calendarizzazione delle riunioni (https://support.google.com/a/answer/7303775?hl=it).

Pregi: facilità d’uso, fino a 100 persone in videoconferenza, condivisione dello schermo, integrazione con Calendar e Drive.

Difetti: Possibilità di registrare le riunioni solo con le versioni G Suite Enterprise o G Suite Enterprise for Education.

Le mie conclusioni

Se l’insegnate vuole solo assegnare dei compiti da fare e non desidera interazione con gli studenti allora è sufficiente l’uso delle funzionalità già disponibili nel registro online, altrimenti se desidera interagire, correggere e valutare i compiti allora occorre usare Google Classroom.

Infine, per una video lezione, l’applicazione migliore è senza dubbio Hangouts Meet per gli utenti di G Suite for Education, in alternativa è comunque da preferire l’uso di Skype rispetto a Whatsapp.

Lascia un commento